Sabato, 22 Settembre 2018
PALERMO

Estorsioni: arrestato esponente del clan Scalisi

famiglia Laudani, Francesco Mannino, operazione
Stroncato narcotraffico, ordinanza per 25 indagati

Accusato di estorsione e tentata estorsione, con l'aggravante di aver agito per conto del clan mafioso degli Scalisi (un'articolazione della famiglia Laudani), il pregiudicato Francesco Mannino, 35 anni, è stato arrestato dalla Polizia di Stato di Catania che ha eseguito l'ordinanza emessa lo scorso 19 aprile dal Gip del tribunale etneo.
Le indagini sono state condotte dalla Squadra mobile e dal commissariato di di Adrano, corroborate dalle dichiarazioni di collaboratori di giustizia, tra il maggio e il dicembre 2017.
Gli episodi estorsivi sono due, uno andato in porto, l'altro tentato, ai danni di proprietari terrieri di Adrano.
Mannino, dietro minacce, imponeva in un caso e intendeva imporre nell'altro, un servizio di guardiania con richiesta di pizzo per 100 euro, denaro che doveva servire al mantenimento in carcere degli affiliati del clan.
L'11 luglio 2017, nell'ambito dell'operazione "Illegal Duty" era stata data esecuzione a 39 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico dei componenti della famiglia Scalisi per associazione mafiosa, estorsioni e traffico di sostanze stupefacenti. Quel giorno furono arrestati Biagio Mannino, 31 anni, fratello di Francesco e gli zii Alfredo (54 anni) e Giuseppe Mannino (55 anni), appartenenti all'omonima famiglia intesa "Caliari" ed esponenti del clan Scalisi che gestisce il monopolio della guardiania in diverse contrade di Adrano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X