Mercoledì, 28 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Palermo, dipendenti positivi all'assessorato regionale alla Salute e alla Città metropolitana
CORONAVIRUS

Palermo, dipendenti positivi all'assessorato regionale alla Salute e alla Città metropolitana

assessorato, coronavirus, tamponi, Sicilia, Cronaca

Un dipendente dell’assessorato regionale alla Salute siciliano è risultato positivo al coronavirus. Lo afferma una nota, indicando che «misure di contenimento sonio state avviate nella sede del Dipartimento della Pianificazione strategica in piazza Ziino» a Palermo. In particolare, è scattata la sanificazione degli uffici e l’analisi al tampone rapido per tutti i contatti stretti. Il dipendente risultato positivo non presenta sintomi ed è in isolamento.

Per la giornata di domani è stata disposta la chiusura di Palazzo Comitini, sede della Città metropolitana di Palermo, al fine di consentire la igienizzazione e sanificazione dei locali. Il provvedimento si è reso necessario poichè due dipendenti della Città Metropolitana di Palermo sono risultati positivi al Covid-19.

Intanto, sale a sette il numero dei positivi al coronavirus presso l’Ufficio Notificazioni, Esecuzioni e Protesti della Corte d’appello di Palermo e la Uil pubblica amministrazione Sicilia torna a chiedere la chiusura immediata dei locali. «Nel mese di settembre l’attività dell’Unep e di altri uffici - afferma il segretario generale Alfonso Farruggia, che parla di «vero e proprio focolaio» - è ripartita all’insegna della più totale noncuranza dell’emergenza sanitaria ancora in corso, come dimostrano i contagi crescenti». La Uilpa si riferisce, in particolare, ai due nuovi casi di contagio presso l’Unep, e «all’assenza, a oggi, di tamponi rapidi per il personale». Il sindacato ha deciso così di pagare i test da effettuare ai propri iscritti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook