Venerdì, 22 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Siracusa: positivo un medico che ha fatto il vaccino. Ma infezione era già in incubazione
CORONAVIRUS

Siracusa: positivo un medico che ha fatto il vaccino. Ma infezione era già in incubazione

Non risulterebbero altri casi simili al momento tra gli operatori sanitari siracusani che con lo stesso autobus si sono recati a Palermo per la somministrazione della prima dose del vaccino anti coronavirus

E' risultato positivo al Covid 19 un medico dell'ospedale Umberto I che era stato vaccinato sei giorni fa a Palermo. Secondo quanto confermato dall'Azienda sanitaria provinciale, la dottoressa era stata una delle prime ad essere sottoposta al vaccino e ieri è stata ricoverata nel reparto del nosocomio aretuseo. Non risulterebbero altri casi simili al momento tra gli operatori sanitari siracusani che con lo stesso autobus si sono recati a Palermo per la somministrazione della prima dose del vaccino anti coronavirus. E' dunque esclusa una correlazione tra il vaccino e la riscontrata positività. Il sospetto è che potesse già avere in incubazione l’infezione, magari senza alcun sintomo.

“Sono risultata positiva al Covid, ma rifarei il vaccino e farò il richiamo che rappresenta l’unica grande opportunità che abbiamo per vincere questa battaglia. Se non l’avessi fatto, il virus indisturbato mi avrebbe arrecato magari un danno irreversibile". Lo ha detto la dottoressa Antonella Franco, direttore del reparto Malattie Infettive dell’ospedale Umberto I di Siracusa dopo la notizia sulla sua positività.
"Proprio il vaccino, che produce una proteina Spike che aiuta a formare gli anticorpi anticoronavirus e blocca la progressione virulenta del virus, contribuirà a bloccare la replicazione virale e a contenere gli effetti patogeni del virus. Vi assicuro che prima di fare il vaccino avevo eseguito più di un tampone ma il virus molto probabilmente era ancora in incubazione”, ha spiegato.

«La persona in questione, probabilmente, era positiva già prima di fare il vaccino. Stava già incubando la malattia. Bisogna spiegare bene alla gente quanto tempo serve a sviluppare le difese e da quando si è protette: ovvero dopo la seconda dose». Così all’AGI l’infettivologo, Matteo Bassetti, direttore della clinica malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova, in relazione alla notizia della dottoressa in servizio all’ospedale Umberto I di Siracusa, risultata positiva al virus 6 giorni dopo essersi sottoposta al vaccino.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook