Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Gela, furto aggravato... d'acqua: misure cautelari nei confronti di 26 imprenditori e gestori
POLIZIA DI STATO

Gela, furto aggravato... d'acqua: misure cautelari nei confronti di 26 imprenditori e gestori

I reati contestati sono tutti appesantiti dalla commissione del fatto con violenza sulle cose e su beni destinati a pubblico servizio ed utilità

La Polizia di stato di Gela sta eseguendo un’ordinanza di misure cautelari emessa dal gip del Tribunale locale, su richiesta della procura, a carico di numerose persone, tutti imprenditori agricoli e gestori di aziende del comprensorio di Gela e Butera. I 26 indagati sono accusati, a vario titolo, di furti aggravati ai danni della condotta idrica Gela-Aragona, infrastruttura gestita dalla Siciliacque Spa. I reati contestati sono tutti aggravati dalla commissione del fatto con violenza sulle cose e su beni destinati a pubblico servizio ed utilità. Gli indagati sono stati sottoposti alla misura cautelare del divieto di dimora e di accesso nelle aziende agricole gestite o in cui collaborano: 14 sono stati anche sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria competente per territorio di residenza I particolari dell’operazione, denominata «H2O», saranno resi noti in una conferenza stampa del procuratore (Tribunale di Gela alle ore 11).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook