Mercoledì, 17 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Canicattì, tenta un furto a scuola ma si ferisce: 33enne muore dissanguato
AL LICEO SCIASCIA

Canicattì, tenta un furto a scuola ma si ferisce: 33enne muore dissanguato

L'uomo si sarebbe si sarebbe provocato una profonda ferita ad un braccio rompendo il vetro di un distributore automatico

Il cadavere di un trentatreenne è stato trovato all’interno del liceo scientifico «Sciascia» di Canicattì (Ag). La salma era immersa in una pozza di sangue.

Secondo una prima ipotesi investigativa, il giovane italiano - già noto alle forze dell’ordine - si sarebbe intrufolato, nottetempo, all’interno della scuola per mettere a segno un furto. Una intrusione però finita male perché, mandando in frantumi la vetrata del distributore di snack e bibite, si sarebbe provocato una profonda ferita ad un braccio. Pare che abbia perso i sensi e sia rimasto sul pavimento, morendo, di fatto, dissanguato.

La Procura di Agrigento ha già deciso che sarà effettuata l’autopsia per suffragare quella che appunto sembra - per come è stato ritrovato il trentatreenne - l’ipotesi più probabile. Indagano i carabinieri.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook