Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
AUTOMOBILISMO

Presentata la Targa Florio Classica, sarà dedicata al maestro Camilleri

Presentata la Targa Florio Classica che nell'edizione 2019 ricorda Andrea Camilleri. L'evento organizzato dall'Automobile Club Palermo e dall'Automobile Club D'Italia con il supporto di ACI Sport e ACI Storico, è stato illustrato alla stampa presso nella sede del Rettorato dell'ateneo palermitano.

Sono intervenuti tra gli altri il Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Palermo Fabrizio Micari e il Presidente dell'Automobile Club Palermo Angelo Pizzuto e il Direttore Generale di ACI Sport Spa Marco Rogano che ha annunciato il premio dedicato alla memoria di Andrea Camilleri, e che verrà assegnato all'equipaggio vincitore della Targa Florio Classica 2019, nell'edizione in cui le prestigiose 180 auto in gara si spingeranno fino alla Valle dei Templi, a ridosso di quella Porto Empedocle che diede i natali al maestro Camilleri "Magico Conta storie della Sicilia" come si legge sulla Targa che sarà consegnata all'equipaggio vincitore della gara di Regolarità Storica.

Ha fatto gli onori di casa ed ha aperto l'incontro il Magnifico Rettore Micari: "L'Università di Palermo ed il suo rettorato sono casa vostra - ha esordito il Rettore- La collaborazione più intensa è con il Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi Sistema Museale dell'Università degli Studi, che rappresenta per le prestigiose auto della Targa Florio Classica un ritorno a casa, nei luoghi dove nascono le auto, che tanto entusiasmo suscita tra i nostri studenti. Le sedi del quartier generale, sono sicuramente un completamento dei più suggestivi luoghi del centro città. La Sicilia è una terra con un particolare trasporto verso la Targa e verso le auto e la loro ingegneria".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook