Domenica, 22 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
ELETTRONICA

Unieuro arriva in Sicilia, cambio d'insegna per 12 negozi Expert: operazione da 17,4 milioni

Unieuro, il distributore omnicanale di elettronica di consumo ed elettrodomestici, sbarca in forze in Sicilia acquisendo per 17,4 milioni di euro, 12 punti vendita in Sicilia attualmente appartenenti a Pistone, uno dei maggiori soci del gruppo d'acquisto Expert operanti in Italia, con sede a Carini (Palermo).

Con una superficie di vendita complessiva pari a oltre 25.000 metri quadrati, i negozi sviluppano un fatturato di circa 140 milioni di euro. "E' la più importante acquisizione da quando ci siamo quotati in Borsa - spiega in una nota Giancarlo Nicosanti Monterastelli, amministratore delegato di Unieuro -. L'espansione nell'Isola è peraltro solo all'inizio e stiamo già valutando nuove opportunità di crescita che rendano ancor più capillare la nostra presenza".

Nel dettaglio l'operazione, spiega una nota, prevede l'acquisto da parte di Unieuro di una società di nuova costituzione (newco) in cui Pistone avrà nel frattempo conferito il ramo d'azienda rappresentato dai 12 negozi e comprensivo dei contratti di locazione, delle attrezzature e del personale di vendita, nonché dei debiti verso il personale stesso alla data del closing.

Il prezzo pattuito verrà corrisposto in tre tranche: 6 milioni di euro al closing, 6 milioni a distanza di 12 mesi e 5,4 milioni dopo ulteriori 12 mesi.

L'operazione sarà finanziata ricorrendo alla liquidità disponibile e alle linee di credito messe a disposizione dagli istituti finanziari in occasione della totale ridefinizione dell'indebitamento della società, avvenuta nel dicembre 2017.

Unieuro acquisterà separatamente anche le scorte di merce di Pistone per accelerare la riapertura dei negozi. Parallelamente all'integrazione dei negozi ex-Expert, Unieuro inizierà ad avvalersi della piattaforma logistica di Pistone a Carini, che diventerà l'hub secondario della catena a diretto servizio della piattaforma centrale di Piacenza.

Sulla acquisizione interviene Marianna Flauto, segretario generale della Uiltucs Sicilia: "Chiederemo un incontro con la nuova azienda affinché il passaggio di proprietà avvenga senza traumi per i lavoratori".

"Come sindacato - spiega Flauto - abbiano storicamente un'ampia rappresentanza all'interno di questi punti vendita. Si tratta di oltre 300 dipendenti che hanno contribuito quotidianamente al successo del marchio. Ogni passaggio di proprietà porta con sé timori per i lavoratori, ma siamo fiduciosi che tutto possa avvenire in maniera non traumatica per i dipendenti. Attendiamo la comunicazione ufficiale per chiedere l'esame congiunto e il mantenimento delle condizioni contrattuali e dei livelli occupazionali in essere".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook