Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
INFRASTRUTTURE

Ragusa-Catania, il governo accelera i tempi. Cancelleri: "Sarà una strada pubblica e gratuita"

governo, infrastrutture, Ragusa-Catania, Giancarlo Cancelleri, Giuseppe Cassì, marco falcone, massimo simonini, Salvo Pogliese, Sicilia, Economia
Il vertice a Catania

Il governo punta ad accelerare i tempi di realizzazione della Ragusa-Catania che sarà "una strada pubblica e gratuita", come ribadisce il vice ministro delle Infrastrutture, Giancarlo Cancelleri, intervenuto a una riunione a Catania, a Palazzo degli Elefanti, per fare il punto della situazione rispetto all'infrastruttura.

“La Ragusa-Catania si farà - ha detto Cancelleri - e sarà una strada pubblica, cioè senza pedaggio, gratuita per i cittadini. Le tempistiche di realizzazione le abbatteremo inserendo l’opera nello lista di opere strategiche di interesse nazionale previste dallo Sblocca-cantieri, da realizzare con un commissariamento straordinario. Questa strada è fondamentale e deve essere consegnata ai siciliani: è il mio impegno, confortato dalle parole del ministro De Micheli e del premier Conte”.

All'incontro con Cancelleri erano presebtu l'assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilità, Marco Falcone, i sindaci di Catania e Ragusa, Salvo Pogliese e Giuseppe Cassì, insieme ad altri amministratori del territorio, l’ad di Anas, Massimo Simonini, numerosi parlamentari e altri rappresentanti delle istituzioni.

“Stiamo lavorando perché l’opera - ha aggiunto Cancelleri - possa realizzarsi nel minor tempo possibile e la strada del commissariamento è quella giusta per arrivare alla posa della prima pietra rapidamente, ovvero in tempi più ragionevoli rispetto a quelli ordinari. Il tavolo di oggi è la dimostrazione che abbiamo messo in piedi un’interlocuzione istituzionale pacata e seria, composta da soggetti che dovranno lavorare tutti insieme per un unico obiettivo. Ci aggiorneremo già dopo il 30 ottobre, quando ci sarà la riunione del Dipe (Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica) e faremo il prossimo incontro direttamente a Ragusa, nell’altra città capoluogo che ospiterà la parte finale della strada, dove esamineremo in dettaglio tutte le circostanze dell’opera che dev’essere realizzata”.

“Condivido inoltre l’approccio di Anas - ha detto il vice ministro - che propone l’avvio di otto lotti per l’opera. Nel momento in cui la strada sarà interamente finanziata dal Cipe che approverà il progetto, otto lotti, con cantieri che lavoreranno in contemporanea permetteranno di restituire al più presto l’opera ai cittadini. Questo, secondo me, è il miglior modo. Importante anche l’impegno della Regione Siciliana che con 217 milioni di euro parteciperà alla realizzazione dell’opera, che complessivamente vale circa 800 milioni di euro di cui già 400 stanziati. Entro la fine dell’anno puntiamo a fare finanziare per intero l’intervento”.

«A questo punto il percorso dell’autostrada Catania-Ragusa cambia radicalmente rispetto all’iter seguito sino al dicembre del 2018, che aveva portato qualche autorevole esponente del governo nazionale a dichiarare l'avvio imminente dei lavori». Lo ha affermato il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, dopo l’incontro. «Il nuovo cammino - ha aggiunto - vede l’individuazione della strada pubblica, senza alcun concessionario privato, decisione della quale prendiamo atto: a noi interessa solamente che l'opera si faccia nel più breve tempo possibile. Il vice ministro Cancelleri ha ribadito che l’infrastruttura è assolutamente prioritaria per il governo nazionale e questo non può che farci sentire soddisfatti. Per noi sindaci, ovviamente, immaginare la percorribilità di questa strada senza alcun pedaggio è un fatto assolutamente positivo. Le perplessità - ha sottolineato il sindaco di Catania - sono determinate esclusivamente dalla tempistica, per la quale mi auguro che si possa accelerare il più possibile. E per questo mi sento di evidenziare il senso di concreta responsabilità mostrato dall’assessore regionale Marco Falcone».

Con riferimento allo sviluppo della metropolitana Fce Pogliese ha osservato: «Ritengo importante novità che il percorso che permetterà di utilizzare le stazioni sino a Misterbianco potrà essere allungato fino ad Adrano, con un ammodernamento della linea già esistente attraverso la predisposizione di una istanza che l’Ente Città metropolitana, in sinergia con Fce, potrà presentare entro il 31 dicembre 2019. «Contestualmente - ha annunciato il sindaco - provvederemo a predisporre la parte propedeutica al piano urbano della mobilità sostenibile, che deve essere formalizzato entro il 4 ottobre del 2020, in base a una proroga concessa dall’Ue».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook