Domenica, 22 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sanità in Sicilia, Ferlazzo sul rinnovo del contratto: "Aspettiamo risposta da Razza"
OGGI LA PROTESTA

Sanità in Sicilia, Ferlazzo sul rinnovo del contratto: "Aspettiamo risposta da Razza"

Il presidente di Aiop Sicilia Marco Ferlazzo interviene sulla protesta dinanzi alle prefetture annunciata dai sindacati per oggi, per il mancato rinnovo del contratto Aiop-Aris del personale non medico dipendente.

«Siamo consapevoli - dichiara Ferlazzo - che il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 14 anni, è una priorità per le nostre aziende e per le migliaia di lavoratori che vi operano quotidianamente con professionalità e impegno, i quali non sono affatto “dimenticati dai datori di lavoro”, tant'è che le trattative in tutte le sedi istituzionali sono andate avanti, sia a livello nazionale che regionale.

La delegazione che sta trattando a livello nazionale e le sedi regionali di Aiop, tutti coordinati dalla presidente nazionale Barbara Cittadini, si sono spesi per ottenere quei presupposti giuridici nazionali necessari per rinnovare il contratto. Per quanto riguarda la Sicilia, abbiamo fatto sinora tutto quanto possibile per poter chiudere la trattativa positivamente a livello regionale per una copertura reale del costo dell'applicazione del nuovo contratto, attese tutte le variabili del nostro territorio». Ferlazzo sottolinea che le aziende della componente di diritto privato del Ssr hanno dato la disponibilità per coprire la loro parte del 50% dei maggiori costi derivanti dall'applicazione del nuovo contratto e non si sono mai sottratte. «Abbiamo chiesto all'inizio del mese di luglio - spiega - un incontro all'assessore Razza, per avere rassicurazioni sulla copertura del rimanente 50% di parte pubblica. L'assessore si è dimostrato disponibile ed ha aperto un proficuo confronto sulle ipotesi avanzate da Aiop, sulle quali la Regione dovrà dare la risposta definitiva a brevissimo».

L'articolo nell'edizione di oggi della Gazzetta del Sud

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook