Domenica, 20 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Tornano “Le Vie dei Tesori”: la presentazione alla Bit. La Sicilia come museo diffuso, Messina assente
15ESIMA EDIZIONE

Tornano “Le Vie dei Tesori”: la presentazione alla Bit. La Sicilia come museo diffuso, Messina assente

I luoghi saranno oltre 400, pronti a raccontarsi. Dall'11 settembre al 31 ottobre, per 8 weekend
Sicilia, Società
Noto (Siracusa)

Un puzzle che sta componendo i suoi ultimi pezzi, quello della prossima edizione de “Le Vie dei Tesori”. Di sicuro non c’è parte della Sicilia da cui non arrivi interesse a far parte del circuito, sintomo di una grande voglia di ripartire nel segno di una bellezza partecipata dalle comunità. Anche se dall’edizione di quest’anno sembra, per ora, esclusa Messina con la sua provincia (forse effetto delle polemiche scoppiate nel 2019 sulla brochure che faceva riferimento al termine “buddaci” attribuito ai messinesi).

Una Sicilia che si scopre a poco a poco, trasformandosi in un unico museo diffuso: negli otto weekend di settembre e ottobre tornerà per la sua quindicesima edizione il festival che ogni anno apre, racconta e mette in rete bellezza, cultura e storia della Sicilia.
Il 10 maggio il festival ha annunciato le sue prossime date nel corso di un incontro alla Borsa internazionale del Turismo, quest’anno svolta in versione digitale. Si sono collegati gli assessori della Regione siciliana Manlio Messina (Turismo), Roberto Lagalla (Istruzione) e Alberto Samonà (Beni culturali), la Fondazione Le Vie dei Tesori, con il suo presidente Laura Anello. E alcuni degli amministratori delle città che partecipano al festival.

«Le Vie dei Tesori è riuscito a sfidare il covid, è la nostra speranza per il futuro, per il rilancio del turismo. Supporteremo la comunicazione delle iniziative della rassegna e quelle parallele legate ai percorsi nei borghi: attendiamo molti turisti quest’estate e Le Vie dei Tesori sarà una delle iniziative su cui puntiamo di più» spiega l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina.
«Ci prepariamo ad un’edizione speciale di rinascita delle Vie dei Tesori che percorrerà la Sicilia per due mesi. Tesori architettonici e naturalistici aperti al pubblico, un’unica rete di pubblico e privato. Cultura vuol dire sviluppo ed economia, per ripensare i nostri centri urbani e i nostri parchi, nell’ottica della crescita e della progettualità», interviene l’assessore regionale ai Beni culturali Alberto Samonà.

«Anche quest’anno migliaia di studenti liceali e universitari potranno collaborare alla grande e colorata realtà delle Vie dei Tesori: sarà per loro un’occasione di crescita e uno sguardo al futuro per chi vuole lavorare nel turismo» dice l’assessore regionale all’Istruzione, Roberto Lagalla.
Giardini, terrazze segrete, monasteri, palazzi nobiliari, aree archeologiche, ma anche ruderi con un passato affascinante.

«Le Vie dei Tesori - dice il presidente della Fondazione, Laura Anello -, è da sempre la manifestazione di una comunità che si riprende il suo patrimonio, se ne riappropria, impara a conoscere la propria storia attraverso luoghi ed esperienze, partecipa a una semina partecipata di conoscenza. Siamo convinti che quest’anno possa essere davvero un’occasione di rinascita collettiva».

La quindicesima edizione è in piena fase organizzativa: i luoghi saranno oltre 400, pronti a raccontarsi. Dall’11 al 26 settembre per tre weekend, sabato e domenica, luoghi da scoprire a Bagheria e a Termini Imerese (nel Palermitano); nei tre tesori della costa occidentale, Trapani, Mazara del Vallo e Marsala; nelle due città dell’interno, profondamente diverse, Enna e Caltanissetta, e Noto con il suo strepitoso barocco. Nei cinque fine settimana di ottobre, dall’1 al 31, toccherà alle due ammiraglie, Palermo da dove il festival è partito tanti anni fa, e la nobile Catania; e nei primi tre weekend di ottobre, dall’1 al 17, si aggiungeranno anche Ragusa e Scicli, Sciacca. E una “coda” lontana del festival sarà anche a Mantova, come ormai succede da quattro anni in collaborazione con la Federazione italiana Amici dei Musei.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook