Martedì, 23 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
DOPO LA SENTENZA

Palermo in Serie C, squadra e città contro la retrocessione: la Figc fermi i playoff

Il Palermo e Palermo si aggrappano al Consiglio Figc di domani nella speranza che cambi il destino dei rosanero, trascinati verso la serie C dalle passate malefatte societarie. Non c'è tanto spazio per le illusioni ma arrendersi è difficile anche perchè c'è ancora una sentenza d’appello. E su questa leva agiscono coloro che hanno a cuore le sorti della squadra.

Il nuovo n.1 del club, Alessandro Albanese, sollecita il Consiglio federale a sospendere i playoff in attesa del verdetto definitivo, mentre il sindaco Leoluca Orlando valuta azioni legali del Comune e chiede aiuto al sottosegretario Giancarlo Giorgetti, il quale a sua volta invita i vertici Figc a tenere «un atteggiamento di oggettività rispetto ai giudizi: aspettare l’appello deve essere un principio di massima».

Ma a parlare per la prima volta sono anche i giocatori, i quali - sostenuti dall’Aic - condannano la scelta della Lega B di escludere tout court il Palermo dai playoff dopo la sentenza del Tribunale federale. Il capitano rosanero, Ilija Nestorovski, a nome dei compagni non giustifica il comportamento del Consiglio direttivo della Lega B che «alla presenza di componenti in potenziale conflitto di interessi e senza un criterio oggettivo o una potestà normativa», prende una decisione che «stravolge le regole a campionato ormai concluso», coinvolgendo nella protesta anche i colleghi del Foggia che hanno perso il diritto a disputare i play out».

I giocatori chiedono di poter giocare i playoff in attesa del verdetto della Corte d’appello federale. «A quel punto - afferma Nestorovski - lo accetteremo, qualunque sia». Il presidente federale, Gabriele Gravina, ha espresso finora perplessità solo sulla scelta del Direttivo Lega B di annullare i playout, sostenendo che è invece nelle sue prerogative dare seguito alla sentenza del Tfn e dare avvio ai playoff (si comincia sabato). Venerdì, intanto, il Collegio di garanzia del Coni deve esaminare ricorso del Foggia contro la penalizzazione in classifica e la sentenza potrebbe cambiare ancora la situazione. Serie B ancora senza pace.

«Quanto accaduto al Palermo Calcio è davvero un affronto a tutta la Sicilia. Mi sembra di rivivere l’assurda vicenda del caso Catania ed è difficile non immaginare che se le due città fossero state al Nord, forse l’atteggiamento sarebbe stato molto diverso. In queste ore, a tutela di Palermo e quindi della capitale della Sicilia, valuterò con l’Ufficio legislativo e legale se esistono le condizioni per agire in giudizio a tutela della immagine della nostra Regione e dei danni potenziali che derivano al nostro territorio per l’esclusione dai primi due campionati». Lo dice il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, che aggiunge: «Se qualcuno intende sostenere che ad oggi non esistono precedenti, forse è il caso di seguire fino in fondo le regole del diritto ed essere pronti a ogni battaglia. Palermo lo merita, la Sicilia lo pretende».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook