Venerdì, 22 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo

Firme false del M5S a Palermo, chieste condanne per 14 imputati- Nomi e Foto

La procura di Palermo ha chiesto la condanna a pene comprese tra un anno e 6 mesi e 2 anni e 3 mesi dei 14 tra attivisti e ex deputati regionali e nazionali dei 5 Stelle e di un cancelliere del tribunale per la vicenda delle firme false presentate nel 2012 a sostegno della lista del Movimento per le comunali.

Sono accusati a vario titolo di falso e violazione della legge regionale del '60 sulle consultazioni elettorali.

La richiesta è di due anni e tre mesi per il cancelliere Gianfranco Scarpello e per l’avvocato Francesco Menallo, di un anno e sei mesi per Claudia La Rocca, ex deputato regionale siciliano, che ha confessato e collaborato alle indagini, e di 2 anni per tutti gli altri.

Si tratta degli ex deputati nazionali Riccardo Nuti, Giulia di Vita e Claudia Mannino, dell’ex deputato regionale Giorgio Ciaccio, della ex collaboratrice del gruppo all’Assemblea regionale siciliana Samantha Busalacchi, di Giuseppe Ippolito, Riccardo Ricciardi, Pietro Salvino, Alice Pantaleone, Antonio Ferrara. Il processo andrà in prescrizione nel prossimo febbraio.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook