Martedì, 17 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Il maltempo flagella la Sicilia: strade allagate, frane, crolli e famiglie evacuate

Il maltempo flagella la Sicilia: strade allagate, frane, crolli e famiglie evacuate

Allagamenti, frane, fiumi esondati e famiglie evacuate: la prevista ondata di maltempo non dà tregua alla Sicilia. Gli uomini della protezione civile regionale da stanotte stanno operando per favorire il rientro alla normalità dopo l’ondata di maltempo che in queste ore si è abbattuta sull'Isola.

Nell'Agrigentino

Le criticità più grosse sono ad Agrigento dove a causa dell’esondazione del Fiume Akragas sono state evacuate 8 famiglie dalle loro abitazioni.

A Sciacca, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile Siciliana, preposto alle attività di controllo dei rischi Idraulici e Idrogeologici del territorio regionale, al monitoraggio degli eventi, alla valutazione della criticità e all’allertamento del Sistema di Protezione Civile, ha inviato squadre per l’osservazione dello stato delle criticità all’intersezione della provincia 56 sul fiume Belìce.

Una vecchia abitazione disabitata è crollata la notte scorsa a Sciacca (Agrigento) in via Castello, in centro storico. Non ci sono stati feriti. Le macerie hanno occupato la strada, facendo rimanere bloccate in casa due famiglie residenti in un edificio attiguo.

Le piogge delle ultime ore hanno causato una nuova esondazione dei fiumi Magazzolo e Verdura, innalzando la quasi 300 metri il livello dell’acqua della diga Castello, nel comprensorio agricolo compreso tra Ribera e Bivona. Il sindaco Matteo Ruvolo ha detto che diversi appezzamenti di agrumeto sono stati allagati. Si temono dunque altri danni per gli agricoltori, già colpiti dai fenomeni meteorologici delle scorse settimane. Il sindaco ha annunciato immediati interventi di somma urgenza per permettere agli agricoltori di continuare la stagione di raccolta delle arance (che a Ribera sono riconosciute da un marchio Dop) ma anche quella delle olive.

Nel Trapanese

In provincia di Trapani a Calatafimi-Segesta da ieri notte si registra l’esondazione del Fiume Freddo, anche qui 8 famiglie sono state evacuate.

A Castellammare del Golfo, le squadre di volontari e soccorritori sono in azione per un crollo parziale del ponte sul Fiume San Bartolomeo.

Nel Catanese

In provincia di Catania, a Licodia Eubea, sono state evacuate due famiglie composte entrambe da due coniugi in età avanzata, a causa di un grosso masso che si è staccato dal versante adiacente la loro abitazione e ha colpito l’edificio. Il sindaco ha provveduto alla loro sistemazione.

Nel Messinese

Il territorio di Messina, sempre molto fragile a fenomeni di dissesto idrogeologico registra numerose criticità ma non ci sono sfollati. A San Salvatore di Fitalia, da stamattina alle ore 8.26 è stato registrato un crollo di una parte di costone roccioso della salita che porta al cimitero. Detriti e massi sulla strada comunale.

Alle Eolie bufera di vento con pioggia torrenziale da ieri sera dove i trasporti marittimi sono fermi. La pioggia e le mareggiate hanno anche allagato il lungomare di Canneto e la via Tenente Mariano Amendola a Lipari dove la gente ha avuto anche difficoltà ad uscire da casa.

Nel Palermitano

Nel territorio di Piana degli Albanesi (Palermo) si è verificata una frana sulla strada provinciale 34 Piana-San Giuseppe Jato, prima di Portella della Ginestra. Lo smottamento, causato dalle forti piogge delle ultime ore, ha ostruito metà della carreggiata. Problemi anche sulla Strada provinciale 5, strada che interconnette Piana degli Albanesi ad Altofonte.

A causa delle piogge sono stati diversi gli interventi della polizia municipale e del personale della Protezione Civile, per chiusure e limitazioni al traffico di alcuni tratti viari a Palermo. In via Lanza di Scalea a causa del livello dell’acqua è stato impossibile attraversare la strada. In via Luigi Einaudi, le caditoie sono otturate. I negozi e le portinerie sono state quindi costrette a dotarsi di alcune pedane per potere transitare. Fiumi d’acqua sono stati segnalati anche a Mondello. Quadro critico in via Galatea, dove alcuni tombini sono stati sollevati dalla pressione dell’acqua. L'acqua piovana, mista alla fognatura, ha superato il livello del marciapiede. Allagamenti anche in via delle Rose e nelle arterie limitrofe. Problemi segnalati anche a piazza della Pace, nel quartiere di Borgo Vecchio, in via Messina Marine e nell’area di Acqua dei Corsari. La forte pioggia ha causato disagi anche in viale Regione Siciliana. E’ stato temporaneamente chiuso per allagamento il sottopasso di via Belgio, in direzione Trapani. La struttura, inibita al traffico intorno alle 21, è stata riaperta al traffico intorno alla mezzanotte. Allagata anche la bretella di via Ugo La Malfa.

La situazione nei tre scali siciliani

A causa del maltempo sono stati dirottati tre voli aerei che dovevano atterrare allo scalo palermitano Falcone Borsellino. Il volo Bologna- Palermo della Ryanair delle 7.55 è stato dirottato nello scalo Fontanarossa di Catania. I passeggeri torneranno a Palermo in pullman. Sempre a Catania è stato dirottato il volo Ryanair delle 8.10 da Milano a Palermo. Anche questi passeggeri saranno portati a destinazione con i pullman. Infine a Trapani è stato dirottato il volo sempre Ryanair proveniente da Siviglia delle 9.15. Lo comunica la Gesap la società che gestisce lo scalo palermitano attraverso i canali social.

Circolazione ferroviaria interrotta o sospesa

Per l’eccezionale ondata di maltempo che da ieri sta interessando gran parte della Sicilia, la circolazione ferroviaria è fortemente rallentata o sospesa su alcune linee.

Interrotte da questa mattina, a causa dei danneggiamenti provocati dalle forti piogge, la Canicattì-Agrigento, fra Grotte e Racalmuto e la Palermo-Agrigento, fra Cammarata e Acquaviva; rallentamenti sulla Palermo-Punta Raisi, sempre a causa dei guasti provocati dal maltempo, fra Isola delle Femmine, Carini e Piraineto. Per mancanza alimentazione da parte del fornitore dell’energia, sospesa la circolazione anche sulla Caltanissetta-Gela, nella tratta Falconara-Gela. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono al lavoro per ripristinare la funzionalità in sicurezza delle linee.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook