Domenica, 25 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo

Giornate Fai di Primavera, oltre 6500 visitatori in un giorno ad Agrigento

Grande partecipazione di pubblico per la prima giornata della 27esima edizione delle Giornate FAI di Primavera, con oltre 6600 visitatori di cui 5 mila studenti nei 34 beni aperti dalla Delegazione FAI di Agrigento in 12 comuni della provincia.

Un grande risultato raggiunto grazie alla collaborazione dei volontari FAI e degli oltre 800 apprendisti Ciceroni delle 30 scuole coinvolte che, indossati i panni di narratori d'eccezione, hanno raccontato ai numerosi visitatori il valore di questi beni, pubblici e privati, spesso poco conosciuti o poco valorizzati, a volte anche chiusi perché di e le straordinarie storie che essi custodiscono.

Protagonisti di questa giornata, gli studenti sia in veste di Apprendisti Ciceroni che di visitatori, tutti coinvolti nel progetto FAI ponte tra culture, che si propone di porre l’attenzione su quei luoghi che testimoniano la ricchezza derivata dall’incontro e dalla fusione tra la nostra tradizione e quella dei paesi europei, asiatici, americani e africani.

Ad Agrigento sono stati visitati, il giardino storico di Villa Genuardi, il Giardino Botanico, la Casa Anas, la Fattoria Mosè e il Bene FAI Giardino della Kolymbethra, sono stati visitati da 1800 studenti.

Grande successo di pubblico a Palma di Montechiaro, con 900 studenti in visita al Monastero delle Benedettine, la Chiesa Madre, l'Oratorio Madonna del SS Rosario e del SS Sacramento.

Anche Fondazione FS è molto contenta dei risultati, con 1500 biglietti per il Treno della Valle.

Alla fermata di Vulcano, i visitatori di cui moltissimi studenti, hanno potuto visitare il Giardino della Kolymbethra e all'arrivo alla stazione Centrale di Porto Empedocle, accompagnati sempre dagli Apprendisti Ciceroni hanno potuto scoprire la bellezza dei siti aperti nella città marinara. Gli 800 visitatori della stazione molto soddisfatti, hanno poi ripreso il treno che li ha riportati alla Stazione Bassa di Agrigento.

A Naro, le Catacombe Paleocristiane, il Castello chiaramontano, la Chiesa di Santa Caterina D’Alessandria e la Chiesa Madre ss. Annunziata sono stati visitati da oltre 400 studenti..

Favara con la Chiesa e il Convento di S. Antonio da Padova, la Chiesa di San Nicola di Bari, dell'Itria e del Purgatorio e il Collegio di Maria, è stata visitata da quasi 500 studenti.

Il Palazzo Bartoccelli e il centro storico di Canicatti, sono stati visitati da 300 studenti.

A Casteltermini, Villa Maria – La Quiete, primo “Luogo del Cuore” in provincia di Agrigento ed aperta eccezionalmente al pubblico nelle Giornate FAI di Primavera, è stata visitata da 270 studenti.

Aperto al pubblico, in occasione delle Giornate FAI di Primavera, lo straordinario sito archeologico di Villa Romana di Realmonte che ha fatto registrare 100 presenze.

Il centro storico di Aragona con Palazzo Principe, la Chiesa Madre e il Polo Museale, la Chiesa e la cripta del SS. Rosario, è stato visitato da 150 alunni.

A Licata, lo splendido Palazzo del Barone La Lumia, la cappella del Cristo Nero, il Chiostro di San Francesco e il Palazzo Municipale, sono stati visitati da 100 alunni.

I beni resteranno aperti anche oggi fino alle 13 e dalle 15 alle 17.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook