Lunedì, 17 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Ecco la via di “Scent of Zagara”: 7 itinerari tra le eccellenze, dall'Etna alla Conca d'Oro

Ecco la via di “Scent of Zagara”: 7 itinerari tra le eccellenze, dall'Etna alla Conca d'Oro

Viaggia al ritmo intrigante del funky siculo, insegue la scia inebriante del fiore di zagara e, lungo un coloratissimo itinerario fra gli agrumeti Dop e Igp di cinque province siciliane, ne esplora a passo d’uomo - e a volo d’uccello - l’incredibile varietà di paesaggi, monumenti, piazze, mercati, tradizioni e volti: l’anziano che indica la rotta (citazione del celebre scatto di Robert Capa) e la fanciulla che invita al viaggio sussurrando il suo nome, Zagara, parola dalle sonorità e fascinazioni arabe (da zahra, fiore).

Il TRAVEL VIDEO

S’intitola “Scent of Zagara” – (tradotto profumo di zagara) ed è il nuovo travel video del Distretto Agrumi di Sicilia con le musiche originali di Jacaranda, giovane band catanese che vi ha dedicato un brano inedito, dal sound mediterraneo e assai orecchiabile.

Le VIE DELLA ZAGARA

Dall’Etna alla Conca d’oro, il video è un omaggio alla natura generosa, alla storia e al patrimonio culturale dell’isola del sole ma non solo. In vista dell’auspicata ripresa del turismo dopo la pandemia, è un invito a programmare il prossimo viaggio in Sicilia in qualunque stagione, scegliendo tra Le Vie della Zagara, sette itinerari nei territori di vocazione delle sue eccellenze agrumicole elaborati con l’associazione Gusto di Campagna: le IGP Arancia Rossa di Sicilia, Limone Interdonato di Messina, Limone di Siracusa e Limone dell’Etna; la DOP Arancia di Ribera e infine il presidio Slow Food del Mandarino di Ciaculli e la via del biologico, metodo di coltura che accomuna tutti gli agrumi col “bollino di qualità”.

Prodotto dal Distretto Agrumi di Sicilia, il travel video è uno spin-off di Social Farming – progetto di inclusione sociale dedicato a soggetti deboli sul mercato del lavoro – ed è stato realizzato in collaborazione con la scuola di alta formazione Arces e il contributo non condizionato di The Coca-Cola Foundation.

Federica Argentati, presidente Distretto Produttivo Agrumi di Sicilia: “Questo video, che ho voluto con determinazione, è un dono alla filiera agrumicola ed in particolare a chi ha già imparato a coniugare i verbi dell’agricoltura con quelli del turismo: i più potenti attrattori economici dell’isola attraverso cui, a nostro avviso e non solo, passa la ripresa e il futuro post covid della Sicilia. A queste imprese agrumicole multifunzionali, spesso rinvigorite dalla presenza di giovani che alla produzione affiancano attività di fattoria didattica e accoglienza nell’ottica del turismo lento e attento al viaggiatore, dedichiamo questo efficace strumento di promozione. “Scent of Zagara” è a disposizione anche delle istituzioni e di quanti lavorano per far conoscere, attraverso i sette itinerari degli agrumi siciliani DOP e IGP e BIO, l’immensa offerta di esperienze che, tra natura, cultura e buon cibo, svela un viaggio nella nostra terra”.

Di “ritorno all’economia reale, al territorio e alle sue autentiche risorse” parla Giuseppe Rallo, Direttore di Alta Scuola Arces, che spiega come “il video ‘Scent of Zagara’ si inserisce al meglio nell’ambito nella tematica del nostro progetto Motris, ossia la mappatura dell’offerta di turismo relazionale integrato in Sicilia. Un progetto che si fonda su tre principi: la ri-territorializzazione dell’economia (ossia il ritorno all’economia reale), la ricomposizione dell’identità culturale e la ricontestualizzazione della società in contrapposizione a quella globale, riportando l’uomo e le relazioni personali al centro degli interessi, evitando di rimanere travolti da processi economici transnazionali”.

“Una Sicilia irresistibile quella rappresentata nel video “Scent of Zagara”, commenta Cristina Camilli, Responsabile Relazioni Istituzionali di Coca-Cola Italia. Che aggiunge: “Siamo davvero felici di averne potuto sostenere la realizzazione e di aver contribuito, attraverso The Coca-Cola Foundation, al progetto Social Farming: diverse iniziative volte a valorizzare la comunità e l’identità davvero uniche della filiera agrumicola siciliana, da cui ci approvvigioniamo per il succo degli agrumi della nostra Fanta”.

Nel video – girato fra monumenti e agrumeti di comuni e borghi delle province di Messina, Catania, Siracusa, Agrigento e Palermo - compaiono anche i giovani musicisti di Jacaranda, autori del brano funky: un ritmo d’oltreoceano che, sorretto da un basso elettrico, è arrangiato con gli strumenti della tradizione siciliana come mandolino, friscalettu e coloriture di marranzano. Jacaranda è impegnata infatti nella ricerca e valorizzazione degli strumenti popolari siciliani cui affianca quelli provenienti da varie parti del mondo, nell’ottica di un sound sperimentale e contemporaneo. “Scent of Zagara” è diretto da Filippo Arlotta, sceneggiatura di Gianluca Reale, direttore di produzione Vera Leotta.

I COMUNI E I BORGHI DEL TRAVEL VIDEO Messina, Itala, Taormina, Acireale, Torre Archirafi (Riposto), Acitrezza, Catania, Grammichele, Caltagirone, Marzamemi, Noto, Siracusa, Realmonte, Agrigento, Ribera, Palermo, Ciaculli (Palermo), Bagheria e Belpasso.   IL PROGETTO “LE VIE DELLA ZAGARA” (itinerari di viaggio nei territori DOP, IGP e bio) Nella cornice del Turismo Relazionale Integrato sono stati creati sette itinerari di viaggio nelle aree di produzione degli agrumi DOP, IGP e bio coinvolgendo quelle imprese socie che, accanto all’attività pura di produttori, affiancano quella di accoglienza (agriturismo) e fattoria didattica. Il progetto, dalla forte valenza di promozione turistica oltre che di valorizzazione dei prodotti di eccellenza, è stato presentato a Expo Milano 2015. Partner del progetto l’associazione Gusto di Campagna e i vari consorzi di tutela DOP e IGP. SITO: https://www.leviedellazagara.com/it/

IL PROGETTO SOCIAL FARMING (formazione e inserimento soggetti svantaggiati in agricoltura) Con l’obiettivo di formare soggetti svantaggiati da avvicinare al mondo dell’agricoltura ma anche alle imprese agricole multifunzionali (accoglienza turistica, trasformazione agrumi, manutenzione agrumeti) nell’arco di tre edizioni sono state erogate oltre 240 ore di formazione articolate in seminari e corsi di formazione teorico/pratica. Creata la piattaforma “AGRORA’- la piazza dei lavoratori agricoli” per facilitare l’incontro tra domanda e offerta. Fra gli sviluppi delle varie edizioni, la call per progetti innovativi e, più di recente, un corso sulla tecnologia Blockchain il cui alto gradimento fra i partecipanti ha spinto il Distretto a sviluppare un progetto dedicato di innovazione (vedi “Progetto Blockchain”).

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook