Domenica, 20 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Musica

Home Video Musica Il cantautore siciliano Mario Venuti trasforma in samba “Ma che freddo fa” di Nada

Il cantautore siciliano Mario Venuti trasforma in samba “Ma che freddo fa” di Nada

Nella sola versione in vinile sarà presente come lato B “Una carezza in un pugno”. Le quattro copertine dei vinili bianchi, create dall’artista Monica Silva e dal creative director Valerio Fausti, formeranno un’opera d’arte unica, caratterizzata da colori forti e vivaci; un tributo alla grande Carmen Miranda e al movimento tropicalista

Esce “Ma che freddo fa“, il nuovo singolo e video di Mario Venuti: il brano, interpretato nel Sanremo del 1969 da Nada, diventa un coinvolgente samba-pagode. Il video è diretto da Giacomo Triglia con illustrazioni di Mirella Nania. Da ieri è disponibile il primo dei quattro 45 giri (Puntoeacapo - Microclima/Artist First) in edizione limitata autografati ed acquistabili anche dal sito www.mariovenuti.com.

Nella sola versione in vinile sarà presente come lato B “Una carezza in un pugno” brano portato al successo da Celentano. Le quattro copertine dei vinili bianchi, create dall’artista Monica Silva e dal creative director Valerio Fausti, formeranno un’opera d’arte unica, caratterizzata da colori forti e vivaci; un tributo alla grande Carmen Miranda e al movimento tropicalista. «Ci sembrava carino dare la possibilità di possedere un gadget, quindi una musica concreta come oggetto agli appassionati. Oramai sono sempre di più quelli che sono tornati ad apprezzare il fascino della musica ascoltata su vinile».

Un concept album questo nuovo progetto nel quale Mario Venuti si diverte a giocare, tornando a mondi che già aveva toccato scrivendo “Fortuna” e che da sempre hanno caratterizzato il suo stile.
Con la produzione artistica di Tony Canto, diventa puro interprete, rileggendo alcuni brani popolari della canzone italiana, scegliendo da periodi e generi diversi per disegnare un tema originale e sviluppare un’unica storia compositiva in cui ciascun brano traccia una linea netta che unisce la canzone italiana ai tropici. «Le buone canzoni puoi rigirarle come vuoi, rimangono belle - afferma Venuti - ma sfido chiunque ad aver mai pensato ad un samba per questo successo di Nada».

Fine settimana pieno di nuove uscite per quel che riguarda il mercato discografico italiano. Di Caparezza il disco che si intitola Exuvia, che arriva dopo quattro anni di silenzio e ci riporta un Caparezza ancora più maturo e cantautorale. Stessa classe di Francesco Bianconi insomma, che a una manciata di mesi dall’uscita del suo primo disco lontano dai Baustelle propone il singolo “Il mondo nuovo”.
Nessuna sorpresa, anzi molta attesa per l’uscita di “Paesaggio dopo la battaglia», primo disco che Vasco Brondi pubblica con nome e cognome dopo la fine del progetto Le Luci della Centrale Elettrica, che fu una di quelle realtà che lanciò di fatto ad un pubblico più ampio il mondo dell’indie; il disco è stato anticipato nelle scorse settimane dai singoli “Chitarra nera” e “Ci abbracciamo”.

Gradito ritorno è quello di Tricarico, l’album si intitola “Amore dillo senza ridere ma non troppo seriamente”, una serie di brani che confermano la vena intensa e disincantata dell’autore di “Io sono Francesco” e “Vita tranquilla”.
Parentesi rap rappresentata questo weekend certamente da «Djungle», nuovo disco curato dal producer TY1, all’interno featuring con i maggiori esponenti della scena pop/rap italiana.
A tre mesi dall’esordio tra i big al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, Fasma esce con “Indelebile”, ulteriore passo verso il nuovo disco dell’artista romano.
Con l’estate che si avvicina fuori il nuovo singolo della rapper Baby K, stavolta accompagnata dal cantante e personaggio televisivo spagnolo Omar Montes, la hit si intitola “Pa Ti”.

La carrellata settimanale si chiude con le ultime uscire dall’universo indie, fuori “La fine”, nuovo singolo di Mobrici, ex voce dei Canova; un nuovo brano anche per la giovanissima Ariete, si intitola “L’ultima notte”, e ancora un ritorno atteso nel panorama indipendente, lui si chiama Tutti Fenomeni, progetto seguito da Nicolò Contessa e uscito a febbraio del 2020, oggi propone “Faccia tosta”, suo nuovo singolo.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook