Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Video Politica Sicilia, un contagio all'Ars: la "sfuriata" di Miccichè che manda tutti a quel paese

Sicilia, un contagio all'Ars: la "sfuriata" di Miccichè che manda tutti a quel paese

Il presidente dell'Ars rivendica con forza i vaccini per i parlamentari dopo il caso del contagio di un autista

«Sono talmente arrabbiato perchè, quando ho detto che dovevamo vaccinare noi deputati visto che dovevamo approvare la finanziaria, sono stato preso in giro. Lasciatemi stare, era sicuro che con questo di tipo di lavoro noi saremmo stati contagiati, era matematico». Non si trattiene il presidente dell’Assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè che, dopo aver sospeso i lavori della finanziaria in seguito alla scoperta che un collaboratore dell’Ars ha il Covid, si sfoga apertamente a Sala d’Ercole. «Ma noi siamo la casta e guai a chi la tocca - ha proseguito - Ci sono tutti prima di noi: i poveri, i magistrati, gli avvocati, e noi siamo la casta di m... E adesso io rischio la vita», ha concluso.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook