Lunedì, 06 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Video Salute Razza: "Il sistema della scuola siciliana ha retto bene all'emergenza Covid". Nonostante i sindaci...

Razza: "Il sistema della scuola siciliana ha retto bene all'emergenza Covid". Nonostante i sindaci...

"La nostra regione è stata quella che è andata meno in didattica a distanza. Il sistema scuola ha retto". A ribadirlo l'assessore alla salute Ruggero Razza durante i lavori della Conferenza Regionale Istruzione tenutasi ieri a Palermo. "Applichiamo un protocollo di controllo bisettimanale, siamo abbastanza soddisfatti delle misure scelte, abbiamo adottato qualche volta delle decisioni forti quando magari qualche amministrazione comunale poteva pensare di usare la prevenzione oltre ogni ragionevole scelta per creare magari consenso. Siamo stati abbastanza coraggiosi, abbiamo stabilito il principio che le ordinanze sindacali vanno assunte previo parere della Regione: tutto questo ha portato a una scuola che in Sicilia è stata più in presenza". "Le nostre scuole, durante il periodo di pandemia, hanno dimostrato di essere sicure. Possiamo essere abbastanza soddisfatti delle misure che abbiamo intrapreso in maniera condivisa tra gli assessorati alla salute e all'Istruzione – ha sottolineato - Siamo stati tempestivi nei provvedimenti di apertura e chiusura e siamo stati l’unica regione ad istituire Usca scolastiche. Tutto ciò dimostra come il nostro sia stato un sistema adeguato dal punto di vista della sicurezza sanitaria".

"Nel settore della sanità – ha aggiunto – la nostra è la seconda regione in Italia per somma destinata dal Pnrr, pari a 800 milioni di euro. Sono fondi che saranno impiegati per migliorare e ammodernare il nostro sistema. La Sicilia nei prossimi anni riceverà un totale di 40 miliardi che dovranno essere investiti, soprattutto bisogna investire sul capitale umano. Si poteva però fare di più sulla sanità, penso alla formazione magari finanziando le borse di specializzazione e l'aumento del numero degli studenti ai corsi di medicina e delle professioni sanitarie".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook