Mercoledì, 16 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
CARINI

Palermo, uccide la moglie tagliandole le vene e ferisce il figlio

di
omicidio carini, taglia vene, uccide moglie, Annamaria Scalo, Marco Ricci, Sicilia, Cronaca
Carabinieri

Omicidio a Carini, in provincia di Palermo. Un uomo, Marco Ricci di 41 anni, ha tagliato le vene alla moglie uccidendola. Il figlio di 14 anni (e non la figlia come appreso in un primo momento), invece, aggredito con le stesse modalità, è rimasto ferita.

L'uomo, dopo il folle gesto, si è poi barricato in un negozio. Il dramma si è consumato in corso Italia, di fronte ad una filiale di Banca Intesa. La vittima si chiamava Annamaria Scalo, 36 anni.

I vigili del fuoco sono riusciti ad aprire la porta dove l'omicida si era barricato e i carabinieri l'hanno bloccato. Sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno trasportato il figlio all'ospedale Cervello. Per la moglie, commessa in un negozio di calzature in Corso Italia, non c'è stato nulla da fare.

I due, secondo quanto riferito, erano separati ma l'uomo non si era rassegnato alla fine del rapporto. La vittima si trovava nel negozio di scarpe in cui lavorava come commessa, quando è stata colpita alla gola con un taglierino. Le indagini sono condotte dai carabinieri.

Resta intanto ancora oscura la dinamica esatta dell’omicidio. Il figlio 14enne della coppia ha raccontato agli investigatori che il padre avrebbe agito per legittima difesa dopo essere stato aggredito dalla ex moglie (i due si erano separati da un anno). La versione è al vaglio degli inquirenti.  Sia l’adolescente che il padre sono in ospedale (e non in caserma come detto precedentemente) con lievi ferite.

Di certo si sa che in passato la vittima avrebbe segnalato il comportamento ossessivo dell’omicida che si presentava a volte anche al negozio. L'uomo, infatti, non aveva accettato la fine della loro relazione. "La nostra comunità è sconvolta", dice il sindaco Giovì Monteleone, "molti sapevano che Anna aveva presentato denunce contro l’ex marito. Fatti assurdi. Non si può arrivare sempre tardi... Tutta Carini à vicina alla famiglia".

È il secondo delitto in poche ore in provincia del capoluogo siciliano. All'alba di oggi un uomo di 41 anni Nunzio Agnello è stato trovato morto vicino casa, in via IV Novembre 64 a San Cipirello.

L'uomo abitava con la madre, il fratello e una sorella. Sono intervenuti il medico legale e il pm di turno con i carabinieri per accertare le cause della morte. A lanciare l'allarme il fratello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook