Martedì, 20 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'odissea di Riccardo, il giovane croupier di Adrano: licenziato sulla nave-focolaio
LA STORIA

L'odissea di Riccardo, il giovane croupier di Adrano: licenziato sulla nave-focolaio

di

Continua l'odissea di Riccardo Rapisarda, 28 anni di Adrano. Con un'altra connazionale originaria di Carbonia, dallo scorso 20 marzo, è bloccato, sulle navi da crociera della “Royal Caribbean Cruises”. Dapprima sulla “Oasis of the Seas”, nave divenuta un focolaio di Covid-19, quella sulla quale fino a qualche settimana Riccardo ha lavorato come croupier e poi sulla “Majesty of the Seas”, altra imbarcazione della compagnia norvegese-statunitense. Navi ferme nel tratto di mare compreso tra la Florida e le Bahamas.

Attraverso la “Majesty of the Seas” un migliaio di persone tra equipaggio e lavoratori presenti a bordo, avrebbero dovuto lasciare le acque americane nella giornata di venerdì per raggiungere l'Europa, approdando nel porto inglese di Southampton dopo una lunga traversata dell'oceano. Una speranza durata ben poco. È stato il comandante ad annunciare che la partenza per l'Europa era stata rimandata di qualche giorno, con arrivo nel sud dell'Inghilterra previsto per i primi giorni di giugno. E a bordo è subito scoppiata la protesta, con alcune stoffe trasformate in manifesti per esprimere la rabbia di chi si trova “sequestrato” sula nave.

L'odissea di Riccardo ha inizio quando all'interno della nave da crociera “Oasis of the Seas”, sono stati accertati i primi casi positivi di Covid-19: alla fine si contano oltre 150 contagi con alcuni decessi avvenuti negli ospedali statunitensi della costa, dove erano stati trasferiti i casi più gravi. Riccardo Rapisarda lavorava come croupier: il giovane è stato anche licenziato lo scorso 25 marzo a causa dell'emergenza in corso.

Con altri connazionali stava aspettando a metà aprile che la compagnia per la quale lavorava e l'ambasciata, organizzassero un volo di rimpatrio per riportarlo in Italia. Poi la situazione si è complicata. La Farnesina sta lavorando da settimane per sbloccare la situazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook