Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Didacta Sicilia: la scuola del futuro “nasce” al Sud

Didacta Sicilia: la scuola del futuro “nasce” al Sud

di

“Grazie a chi innova la scuola: da qui ci rivolgiamo all’intero Mediterraneo”. “La Sicilia al fianco dei giovani e  dell’innovazione didattica nel segno della legalità”.  Le parole del ministro uscente dell’Istruzione Patrizio Bianchi e del neo presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, pronunciate in collegamento e in apertura dei lavori, hanno subito delineato l’imprinting di Didacta Sicilia, il più importante evento fieristico legato all’istruzione apertosi oggi nella sua prima edizione siciliana nell’hub espositivo di Sicilia Fiera a Misterbianco.

L’evento, dedicato alla figura dell’educatore Mario Lodi nel centenario della nascita, è organizzato da Firenze Fiera in collaborazione con la Regione siciliana e con la partnership scientifica di Indire, l’Istituto nazionale di documentazione innovazione e ricerca educativa, che compongono il comitato organizzatore assieme al Ministero dell’Istruzione, alla Regione Siciliana, all’Ufficio scolastico regionale, alla Città metropolitana di Catania, al Comune di Catania, al Comune di Misterbianco, agli atenei di Catania, Palermo, Messina e all’Università Kore di Enna.

Sono 75 le aziende espositrici, con le più innovative proposte per la didattica, mentre saranno proposti oltre 270 eventi formativi : oggi, tra l’altro, si parla di coding strategie educative nelle isole e aree interne.  La manifestazione è rivolta a tutti i livelli di istruzione e formazione: nido, scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado, istituti professionali ITS, università, istituti di ricerca scientifica e di formazione professionale, oltre a aziende e addetti ai lavori. Sarà aperta fino a sabato dalle 9 alle 18,30. Una mostra “atipica”, nella quale all’aspetto commerciale si affianca quello formativo e in cui il “prodotto” è la crescita intellettuale, individuale e collettiva.

All'ingresso dell'hub ad accogliere significativamente il pubblico è stata allestita alla mostra sull'eredità di Falcone e Borsellino realizzata dall'Ansa, raccontando la storia dei due giudici anche con immagini inedite legate alla loro vita personale.

Alla cerimonia inaugurale, dopo il saluto del presidente Schifani  in videocollegamento dalla Sala Alessi di Palazzo d'Orléans, e il videomessaggio di saluto del ministro Bianchi, sono intervenuti  l’amministratore delegato di Sicilia Fiera, Nino Di Cavolo, con il direttore generale Davide Lenarduzzi, Lorenzo Becattini, presidente di Firenze Fiera, il sindaco del Comune di Misterbianco, Marco Corsaro, la presidente di Indire, Cristina Grieco, Giuseppe Pierro, direttore dell’Ufficio scolastico regionale e, in rappresentanza di Didacta International, Reinhard Koslitz. Presente anche una delegazione di quindici “Ragazzi sindaci” della provincia di Catania che con la fascia tricolore hanno rappresentato studenti e studentesse siciliani al taglio del nastro da parte della prefetta di Catania Maria Carmela Librizzi. E sempre a loro si è rivolto il vescovo di Catania Luigi Renna, esortandoli a “usare la testa”.

Presenti numerose autorità, a testimoniare la condivisione di quello che non è solo un evento fieristico, ma un’occasione di rilancio e promozione dell’istruzione e della formazione come strumento imprescindibile di crescita sociale e sviluppo economico. Durante l’evento moderato dalla giornalista Simona Mazzone, è stata evidenziata, anche dal sindaco Corsaro, la forte sinergia istituzionale che ha portato, come ha sottolineato il presidente Becattini, a realizzare un grande evento come Didacta in soli 6 mesi, dal momento in cui la possibilità fu discussa con il precedente governo guidato da Nello Musumeci. E  oggi l’ex assessore alle Infrastrutture Marco Falcone ha sottolineato come la Regione abbia voluto credere e investire nel progetto. Ad ospitare l’evento gli spazi di Sicilia Fiera, appena inaugurati a Misterbianco, garantendo, come hanno evidenziato il presidente Di Cavolo e il dg Lenarduzzi, un’importante operazione di rigenerazione urbana e offrendo con “accoglienza e passione” una infrastruttura dalle grandi potenzialità per lo sviluppo economico del territorio.

La presidente di Indire, Cristina Grieco, presente con il direttore generale dell’ente Flaminio Galli, ha voluto evidenziare l’alto valore del programma scientifico proposto dall’Istituto, anche attraverso la massiccia partecipazione di ricercatori e ricercatrici.

Presenti Annapaola Concia, “anima” di Didacta e dell’edizione siciliana, e Giovanni Biondi, ex presidente di Indire e nel comitato organizzatore di Didacta. Particolarmente rilevante a Didacta Sicilia la presenza dell’ufficio scolastico regionale, con il direttore generale Giuseppe Pierro e la dirigenza di quella che Pierro ha definito una “infrastruttura culturale”, evidenziando l’impegno formativo di tanti docenti e riunendo a Misterbianco in conferenza dei servizi tutti i dirigenti scolastici della Sicilia.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook