Giovedì, 17 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
SCICLI

Travolta e uccisa nella notte, nuova tragedia nel Ragusano: muore una giovane mamma

di
cava d'aliga, incidente mortale, scicli, Alessio D'Antonio, Francesco Provenzano, Martina Aprile, Sicilia, Cronaca
Martina Aprile

Travolta e uccisa a soli 25 anni mentre andava a buttare i rifiuti. Tragico destino per una giovane di 25 anni, Martina Aprile, la ragazza, assieme a un collega a fine turno di lavoro in un ristorante di Cava d'Aliga, frazione balneare di Scicli nel Ragusano: stava gettando la spazzatura in viale della Pace, la litoranea che collega Modica con Marina di Ragusa.

Martina è stata investita da un’automobile intorno alle due di questa notte: una Y10 è piombata loro addosso, travolgendoli. Ferito non gravemente il collega che era con lei.

Sul posto i carabinieri del nucleo radiomobile di Modica e della tenenza di Scicli. Il medico del 118 ha constatato il decesso. La giovane lascia un figlio in tenera età.

Gli ultimi giorni sono stati tragici per le strade italiane e per quelle siciliane in particolare. Sabato mattina è morto sull'autostrada Palermo-Mazara, Francesco Provenzano, 13 anni che viaggiava in auto con il padre e il fratellino all'altezza di Alcamo.

Poi ieri mattina la notizia della morte di Simone D'Antonio 12 anni, falciato giovedì dal Suv guidato da Rosario Greco, 37 anni accusato ora di omicidio stradale. Nell'incidente era morto sul colpo anche Alessio, 11 anni, di cui proprio ieri si celebravano i funerali.

Ma anche nel resto di'Italia gli ultimi giorni sono stati tragici. Un'auto con quattro ragazzi finita in un canale a Jesolo forse dopo l'urto con un'altra macchina, uno schianto a Cesena e diversi incidenti in altre città fra sabato e ieri.

A Cesena ci sono state quattro vittime e a Jesolo se ne contano complessivamente cinque a causa di due diversi incidenti stradali. L'episodio più grave nella cittadina veneta, dove sono morti quattro giovani, tre ragazzi e una ragazza tra i 22 e i 23 anni, è ancora da chiarire. La vettura su cui viaggiavano è finita nel canale Ca' Nani dopo la perdita di controllo del mezzo da parte del conducente, forse caduto in acqua dopo essersi scontrato con una macchina.

Anche l'Emilia Romagna conta le sue vittime: a Cesena quattro giovani, tra cui due minorenni, sono morti sul colpo nella frazione di Sant'Andrea. E a Castrocaro Terme, nel Forlivese, una giovane donna di 27 anni è morta in seguito alle gravi ferite riportate in un incidente.

Un altro centauro, un 35enne, ha perso la vita a Caserta, sulla strada provinciale 336. Era in compagnia di altri motociclisti, tutti amici. E, secondo le loro testimonianze, avrebbe perso il controllo della sua moto schiantandosi sull'asfalto. Sulla dinamica proseguono le indagini, fondamentale sarà anche l'autopsia

E' invece di un morto e due feriti gravi il bilancio di un incidente avvenuto sulla A7, nei pressi di Genova Bolzaneto. Le persone coinvolte sono tutti ventenni.I tre viaggiavano a bordo della stessa auto che, per motivi da accertare, è andata a sbattere contro il guard rail. L'incidente è avvenuto poco prima delle 4: non sono stati coinvolti altri mezzi. Tra le cause dello schianto si ipotizza il colpo di sonno o l'alta velocità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook